Pomaretto

Porta della val Germanasca alla confluenza col Chisone a due passi da Perosa Argentina, Pomaretto, protetto dal Forte Luigi e dalla Torre delle Banchette, mostra subito la sua origine storico-culturale, con tre importanti edifici valdesi: l’ospedale, il Convitto e la Scuola Latina per la formazione superiore degli studenti.

Se il tempio valdese controlla dall’alto l’antica parrocchiale cattolica di San Nicolao, lo stesso Convitto è l’occasione ideale per un assaggio di storia sociale grazie all’esposizione permanente degli antichi mestieri, singolare collezione di modellini in legno scolpiti da Carlo Ferrero e “vestiti” dalla moglie Enrichetta. Mestieri che parlano la lingua dell’agricoltura, le rinomate mele da cui deriva il nome del paese, e i vigneti che ancora oggi producono il delicato Ramìe, ricercato rosso doc. Altra prelibatezza locale è il Barathier, elisir confezionato nel 1905 da Giacomo Bernard con l’infusione di sette varietà vegetali alpine.

Sviluppatosi con l’avvento dell’industria tessile, Pomaretto (un tempo semplice estensione di Perosa) ospitava nell’Ottocento alcune miniere di grafite. Interessante anche la Rocca Pertusa, scavata per far posto ad un canale irriguo lungo 40 metri derivato dal Chisone Nel materiale roccioso, un varco dell’ampiezza di 8 metri probabilmente antecedente all’uso degli esplosivi.

Per maggiori informazioni visita www.montagnedoc.it

 
  Benvenuti Welcome Bienvenus Willkommen