Pragelato

Antico capoluogo della vallata nonché dell’Escarton della val Chisone, Pragelato è oggi un grande centro di servizi per il turismo, a due passi dalla Via Lattea ma perfettamente attrezzato per lo sci da discesa, il fondo, il pattinaggio e l’escursionismo estivo, in una dimensione che ha saputo coniugare sviluppo turistico e conservazione dell’ambiente: parlano da soli gli stupendi esempi di architettura tradizionale occitana delle borgate Troncea, Laval e Seytes nell’incantevole parco naturale della val Troncea, in un paesaggio dominato da valloni verdeggianti, grandi montagne, straordinaria ricchezza di fauna e flora nonché interessanti tracce delle attività di un tempo, come le miniere del Bet.

L’antica “Pradzalà”, che deve il nome al rigore del clima durante i mesi invernali, accanto alle recenti installazioni turistiche offre angoli di intatta bellezza, le tante meridiane firmate dall’artista girovago Zarbula, un dipinto di Gabriele Dufur nel capoluogo, Ruà, e numerose fontane poligonali che recano incisi i gigli di Francia.

Al centro del vasto bacino dominato sulla destra dall’apertura della val Troncea e poi dalla mole boscosa dell’Albergian, e sulla sinistra dalle foreste che salgono verso l’Assietta, Pragelato offre ai suoi visitatori i prodotti più genuini dell’agricoltura alpina di qualità, miele e marmellate accanto ai rinomati distillati d’erbe come il genepy. Interessante anche il Museo etnografico delle genti alpine.

Per maggiori informazioni visita www.montagnedoc.it

 
  Benvenuti Welcome Bienvenus Willkommen